In Evidenza

0

Alla Cattolica di Milano Lunedì 26 novembre h. 15.30 "Polis in crisi"

LUNEDI 26 novembre h.15:30 Presentazione del nuovo numero della rivista Leussein “La polis in crisi. Cittadini, demagoghi, intellettuali, net-attivisti” A partire dall’ultima intervista rilasciata  dal Prof. Paolo Prodi: “I miei fallimenti politici” Modera: Michele Brambilla (Università Cattolica del Sacro Cuore) Intervengono: Agostino Giovagnoli (Università Cattolica del Sacro Cuore) Damiano Palano (Università Cattolica del Sacro Cuore) Angelo Bianchi (Università…

0

L’ultima intervista con Paolo Prodi "I miei Fallimenti politici". L'intellettuale disorganico e il senso della profezia

Questo colloquio con Paolo Prodi[1] nasce dietro la mia richiesta[2] di voler fare il punto sui suoi ‘Percorsi di ricerca’ che stava ultimando per Il Mulino[3]. In particolare, volevo discutere con lui dei tanti spunti e delle suggestioni che le corpose introduzioni a quei volumi mi avevano suscitato[4]. In quel periodo stavamo raccogliendo materiale per…

0

Intervista con Goffredo Fofi "Tutti fate inchieste nessuno fa la rivoluzione"

Nel marzo del 2017 ha chiuso “Lo straniero”, una rivista che dalla sua fondazione (1997) si è sempre occupata di arte, cultura, scienza e società, privilegiando settori fondamentali come:  movimenti e istituzioni, pubblico e privato, centri e periferie, maggioranze e minoranze, civiltà e natura,  Italia e mondo, vecchio e nuovo, paure e speranze dell’umanità, e…

0

La crisi della democrazia nell’Atene di fine V secolo dalla disgregazione della comunità civica al “ritorno al sociale”

Il colpo di stato antidemocratico del 411 ebbe successo grazie all’abilità con cui i congiurati seppero incrinare il clima di unità sociale e di serena convivenza politica caratteristico della democrazia ateniese. I democratici reagirono con una sistematica promozione della socialità, basata anche su aspetti “comunicativi” (esposizione di iscrizioni con documenti di interesse pubblico, propaganda basata sulla riappropriazione di slogan, realizzazione o valorizzazione di monumenti, promozione di riti collettivi). Poiché individualismo e perdita di coesione comunitaria erano risultati pericolosi per il sistema democratico, la difesa della democrazia fu promossa attraverso la ricostruzione di un tessuto sociale coeso e ideologicamente compatto, in grado di sostenere il singolo nelle sue convinzioni personali attraverso il supporto della società.

0

Neoliberismo, individualismo, utilitarismo ed effetti sul lessico politico

Abstract I grandi mutamenti introdotti dall’emergere del neoliberismo, sul finire degli anni Settanta, hanno comportato nelle società più mature dei forti processi di individualizzazione che hanno indebolito i legami sociali e le forme di solidarietà che avevano caratterizzato lo stare insieme (politico e sociale) degli anni precedenti. Gli effetti di questi mutamenti si riscontrano anche…

0

L’egemonia dentro l’economia o l’economia fuori dell’egemonia? Note per una rilettura di “Hegemony and Socialist Strategy” di E. Laclau

Si propone una rilettura del libro di Laclau e Mouffe Hegemony and Socialist Strategy. Towards a Radical Democratic Politics (1985) incentrata sulla storicità dell’egemonia e sul suo rapporto con la modernità capitalistica. La conclusione alla quale si giunge, è che l’emergenza dell’egemonia è per Laclau e Mouffe l’análogon della affermazione del capitalismo, e che quest’ultima…

0

Il net-attivismo e la ridefinizione della democrazia

Il saggio analizza la relazione tra net-attivismo e democrazia. L’attivismo contemporaneo è significativamente contrassegnato dall’uso delle reti digitali di comunicazione. Di conseguenza riflette elementi caratteristici di queste reti, come i flussi di emozioni e la temporalità accelerata. La ridefinizione dell’attivismo richiede una nuova mappa interpretativa sviluppata tra due assi: globale/locale e riforma politica/riforma mediale. Il…

0

La crisi dell’uomo europeo nei “Percorsi di ricerca” di Paolo Prodi

Nelle introduzioni ai suoi ‘Percorsi di ricerca’, pubblicati poco prima di morire, lo storico Paolo Prodi manifestava il timore per una ‘svolta antropologica’ che ci riguardava da vicino, ovvero il rischio per l’uomo europeo di perdere i riferimenti delle religioni rivelate a beneficio di un modello orientale incentrato su “l’uomo cellula in un cosmo che…

0

Figure oscillanti: premessa Identità, lavori, sessualità, rappresentazioni

  Ancora poco consapevoli della etimologia e delle origini risalenti ai culti dionisiaci diffuse nell’antichità occidentale, mai come in questi ultimi mesi, il termine ‘oscillante’[1] ci è sembrato il più adatto a indicare fenomeni di provenienza e rilievo assai importanti, presenti in ambiti diversi come quelli relativi a identità soggettive,

0

Piccolo teatro profano Intorno a una pratica di laboratorio di teatro in lingua straniera.

In questa riflessione porto la mia attenzione su una pratica di laboratorio che unisce il teatro all’apprendimento delle lingue straniere e che da dodici anni ha occupato in modo sempre più rilevante il tempo della mia didattica universitaria. Nonostante le battaglie vinte per rendere tale attività riconosciuta come offerta formativa istituzionale, l’economia dei crediti che…

Copyright Gaia srl - Edizioni Universitarie Romane - p.iva 06984431004 -  Privacy Policy - Cookie Policy -  Sito realizzato da Fabio Perroni